Appuntatevill’

Com’è già successo, uso squallidamente il blog come agenda.

Si inizia oggi pomeriggio alle 18 al Castello Estense di Ferrara, dove ci sarebbe una lettura di Davide Bregola e Gianluca Morozzi. Solo che, siccome quest’ultimo ha deciso di dedicarsi solo alla scrittura, come sempre sarò io a leggere le sue cose. Se continua così la gente crederà che io sono Morozzi, e quindi lui diventerà me e, finalmente, leggerà le sue cose.

I Laghetto in un elaborato travestimento.

Si continua stasera, con Monolocane. Ospiti i Laghetto, che presenteranno il loro nuovo disco Pocapocalisse. Inoltre sono previste discussioni sulla decaduta del ninja nell’immaginario occidentale e corsi di cucina creativa on air. Come al solito, potete sintonizzarvi sui 96.3 o 94.7 MHz, se siete a Bologna. Se siete altrove, o non avete una radio, in streaming qui o qui.

Infine, una cosa per la settimana prossima. Martedì 3 maggio alle 21, alla biblioteca di Villa Spada a Bologna, Morozzi, stanco di stare lì a far nulla mentre io sputacchio parole, suonerà la chitarra, mentre io leggerò brani suoi, miei e di altri. Per non scontentare nessuno.

6 commenti

Archiviato in Eight Days A Week

6 risposte a “Appuntatevill’

  1. non sono mai a Ferrara quando accade qualcosa, una qualsiasi cosa!

    Ti consiglio di andare al k2 a mangiarti un bel gelato, è vicino al castello, chiedi, lo conoscono tutti.

    Fammi sapere quando scriverai di Eggers, l’ho letto un po’ di tempo fa, credevo di essere l’unica al mondo.

    Carlotta

  2. di eggers c’è già scritto poco sotto, caracarlotta!
    niente gelato, ho fatto tutto di fretta…

  3. Accidenti sei presissimo!

    PS io uso il cellulare come agenda 😉

  4. “poco sotto”?! un mese addietro!!
    🙂

  5. pixel: fai bene, sono io che faccio il figo e uso il blog. :)carlotta: come passa il tempo, signora mia!

  6. come sei didascalico fra, il laghetto per i laghetto. ha! ho letto una cosa molto bella di eggers, quando torno te la passo – lo sai che eggers cura un volume annuale che si chiama “the best american book of non-required fiction”? appunto, l’introduzione dell’edizione del 2002 è molto, molto, molto bella.

    f.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...