Il grande gioco da tavola di Natale

Il gioco di carte più indicato per le festività!

Per giocare al Grande gioco da Tavola di Natale vi serve principalmente il mazzo di carte di Natale, così composto:

  • le carte-auguri: sono le carte di più basso valore, servono principalmente a ritmare il gioco;
  • le carte-argomento: sono le carte per intrattenere gli altri giocatori. Ce ne sono di più comuni (la “carta-tempo”, quella “carovita”) e di più rare (“il problema della televisione pubblica in Italia”, “la globalizzazione e il mercato del pandoro”), ma attenti ad accoppiarle alla fase di gioco giusta, pena l’incomprensione reciproca, l’accusa di ubriacatura molesta o, la più tremenda, quella di essere un intellettuale di sinistra;
  • le carte-gusto: sono le carte che vi servono per apprezzare quello che state mangiando (esempi: la carta “non ne ho mai mangiato uno così buono” e la carta “mi devi assolutamente dare la ricetta”, molto adatta se il giocatore che la usa è di sesso femminile). Se siete i padroni di casa, avrete in dotazione alcune carte-gusto-modestia&ospitalità (esempi: la carta “c’è troppo sale”, gettonatissima; la carta “ne volete ancora” e quella “mica lo vorrete lasciare lì”, ottima per risolvere strategicamente situazioni stagnanti). Uno dei loro usi migliori è di accoppiarle strategicamente alle carte-cibo;
  • le carte-cibo: quando il tuo avversario è allo stremo, tira fuori la carta “panettone-farcito” o la temibile “spumantino”, potrai avere ottimi risultati!
  • le carte-regalo: ottime per sbarazzarsi di carte che avete in mano da tanto tempo, le carte-regalo possono essere giocate in maniera astuta se fate attenzione a come gli altri giocatori usano le loro carte-argomento; in questo modo potete assecondare e creare alleanze (per esempio giocando la carta “regalo-trendy” alla persona che ha giocato, per esempio, la carta-argomento “gossip”), ma anche distruggere l’altro giocatore (per esempio giocando la carta “libro-di-Vespa” contro un giocatore che si è rivelato essere un intellettuale di sinistra);
  • le carte-jolly, dette anche “bomba”: ce ne sono pochissime, e hanno effetti imprevedibili. Tra queste ricordiamo le due più gettonate: la “sono gay e questo non è il mio amico, ma il mio ragazzo” e la “sono incinta del collega di papà”. Hanno l’effetto di sicuro di bloccare il gioco degli altri giocatori e di farvi prendere tempo, ma hanno effetti collaterali imprevedibili. Possono farvi vincere, ma anche non farvi giocare mai più al grande gioco da tavola di Natale.

Giocatevele bene, le vostre carte. È Natale! Auguri, ma siete pronti a giocare? Via!

9 commenti

Archiviato in I Am The Walrus

9 risposte a “Il grande gioco da tavola di Natale

  1. mi sa che mi butto anche per questo natale sul mercante in fiera, che dei tuoi giochi non ci capisco tanto!

  2. io pensavo di togliermi due costole per natale.
    quello si che è un bel gioco

  3. fio

    quest’anno ho sbaragliato la mia famiglia giocando a carte MA, se me lo insegni, il prossimo anno introduco il tuo gioco come variante. [sperando che dopo cena non tirino fuori la tombola. altrimenti al prossimo natale non ci arrivo viva, perchè mi suicido stasera.]

  4. Devo documentarmi. Sono rimasto a “Uno” nei giochi di carte, tutti gli altri sono infallibile nel dimenticarli nel giro di pochi giorni. Natale mi ha salvato, niente carte in famigilia e a Capodanno, qualsiasi cosa accada, la scamperò ancora. Però vorrei risolvere questo mio problema che finisce per precludermi amicizie e occasioni sociali, forse giocando d’azzardo.
    Nessuno qui conosce il Mah Jong e vuole ricordarmi come si gioca?

  5. Invece i miei giuochi di società computeristici del natale sono stati “il pranzo è servito” sul sito dei mirabolanti f.lli Mattioli (http://www.fratellimattioli.it/giochi.htm), e “sfida il califfo” sul sito di Califano (www.francocalifano.it). tante care cose, buona fine e buon inizio. tuono.

  6. SecondSight: non è facile, ma possiamo fare uno scambio, tu mi spieghi il mercantinfiera, io ti spiego questo giochino. Anche se sono sicuro che già ci hai giocato…Serendip, Bradipa, Naima: grazie, anch’avvoi baci et auguri.Commozione: d’annunziano come sempre, eh?FintoBerlinese: io credo di ricordarmi come si giochi a mahjong. Organizziamo un torneo?Tuono: pax et felicitas (sì?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...