Il terrore corre sul filo

Suona il telefono. Rispondo. “Pronto? Scusa, M. è lì?”. Dove M. è la mia ex-ragazza. La responsabile. Di molte, troppe brutte cose.
Ovviamente mi si gela il sangue. Anche perché a chiamare è la madre. La cercava, a volte, da me, visto che lei non si faceva sentire così spesso. Mi riprendo e tento di dire qualcosa.
“Chi? Qui? No, non è qui. Ma veramente io e M. non…”
“Non vi sentite da secoli, lo so. È che non la sento da un po’. Niente, scusa, ciao”.

Grazie. Mi ci voleva proprio. Esco.

Annunci

1 Commento

Archiviato in I Me Mine

Una risposta a “Il terrore corre sul filo

  1. Pingback: Omonimie | A Day in the Life

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...